Dietologo Pisa

Obesità, Sovrappeso

Le cause dell’obesità in generale sono molteplici, un insieme di fattori quali lo stile di vita, l’ambiente, la genetica, lo stress, la sedentarietà….Nessuna di queste concause però, può prescindere dall’ alimentazione scorretta o inadeguata, specie quando correlata a una vita sempre più sedentaria.

Per indicazioni personalizzate, per una dieta realmente efficace, contattami e fissa un appuntamento: sarò lieto di accoglierti e di esaminare nel dettaglio la tua situazione.

Magrezza Eccessiva

La malnutrizione è un argomento che viene spesso sottovalutato. I casi sono innumerevoli e di diversa natura a seconda che si tratti di carenze energetiche, strutturali o metaboliche. Generalmente, quando si verifica un bilancio energetico negativo (le uscite di energia superano le entrate), la prima cosa che succede all’ organismo così maltrattato è una riduzione esagerata di peso e del BMI, a carico della componente di massa magra, glucidica e grassa, accompagnata a un deficit di fluidi ed elettroliti.

Chi è sottopeso, dunque, non ha perso solo grasso, ma rischia degli scompensi a carico del sistema immunitario e della regolazione neuro-endocrina. Per chi ha un BMI inferiore a 19 (valore dell’inizio del sottopeso nell’Indice di Massa Corporea) prendere peso è quindi una necessità.

Per indicazioni personalizzate, per una dieta per ingrassare realmente efficace, contattami e fissa un appuntamento: sarò lieto di accoglierti e di esaminare nel dettaglio la tua situazione.

Patologie

Molte patologie possono trarre giovamento dall’impostazione di una dieta calibrata in base alle necessita fisiologiche dell’organismo. Le patologie più comuni che necessitano di accorgimenti alimentari specifici sono: ipertensione e problematiche cardiovascolari, ipercolesterolemia, anemia, iperuricemia (gotta), reflusso gastroesofageo o gastrite, stipsi o dissenteria, celiachia, intolleranza al lattosio, diabete, ipotiroidismo.

Vengono inoltre studiati piani alimentari per pazienti che hanno subito interventi chirurgici particolari, quali isterectomia (con conseguente menopausa chirurgica) e colecistectomia.

Infanzia e Adolescenza

Sin dai primi anni di vita la scelta di una corretta alimentazione per i bambini e' estremamente importante ed è fondamentale insegnare loro a nutrirsi in modo corretto. Un'alimentazione corretta è in grado di contrastare sovrappeso e obesità, condizioni che, se non sono affrontate per tempo, possono condurre a patologie metaboliche e cardiovascolari nell'età adulta. La nutrizione in età pediatrica ha quindi come scopo quello di migliorare la qualità di vita del bambino per prevenire le malattie endocrino-metaboliche dell’adulto.

L'adolescenza è il periodo della vita in cui si verifica il massimo accrescimento fisico: Secondo diversi studi il 90% dell’accrescimento osseo avviene entro i 17-19 anni per poi continuare lentamente per il restante 10% fino a 30 anni. Durante questa fase della crescita la nutrizione ha un ruolo fondamentale, poiché getterà le basi della corretta alimentazione che completerà lo sviluppo psicofisico e sarà utile per prevenire diverse malattie croniche nell'età adulta (diabete, patologie cardiocircolatorie, obesità e osteoporosi per scarsa mineralizzazione ossea).

Molti adolescenti, vivono spesso questo periodo con ansia e tensione, e si possono verificare comportamenti nutrizionali errati che tendono a favorire disturbi del comportamento alimentare come, ad esempio, anoressia e bulimia che, statisticamente, in questa fase di crescita hanno un picco d'incidenza.

Dietologo Pisa

Gravidanza e Allattamento

La gravidanza è uno dei periodi più importanti e particolari nella vita di una donna in quanto il suo organismo si modifica per far fronte allo sviluppo di uno o più nuovi individui. Una corretta alimentazione in gravidanza costituisce uno dei presupposti fondamentali per la normale evoluzione della gravidanza stessa ed il regolare accrescimento del feto. Accanto ad un bilanciato apporto di proteine, carboidrati e lipidi, è necessario aumentare l’introito di vitamine e minerali.

E’ molto importante, quindi, adottare una sana ed equilibrata alimentazione volta non solo al raggiungimento del giusto peso corporeo, ma anche, e soprattutto, per prevenire ed evitare disturbi e patologie sia nella mamma che nel bambino. Ma anche la dieta post gravidanza riveste la sua importanza, per seguire la dieta durante l’allattamento eventuale (che ha le sue regole) e per ripristinare la normale fisiologia dell’organismo e la struttura corporea. Tutte cose che si possono fare con serenità e senza troppa fretta: ogni donna ha le proprie peculiari necessità, valutabili caso per caso.

Alimentazione Vegetariana - Vegana

La dieta vegetariana, per definizione, esclude il consumo di tutti i tipi di carne (suini, bovini, ovini, pollame, volatili da cortile, selvaggina, pesci e mammiferi acquatici, molluschi, crostacei ecc.). Sono ovviamente esclusi anche tutti i prodotti di trasformazione industriale delle carni (insaccati, paté, sushi).

Le ragioni che possono portare ad una persona ad adottare una dieta vegetariana possono essere varie (religiose, etiche, ecologiche, salutiste). Le diete vegetariane e vegane, come ha ribadito recentemente l’American Dietetic Association, se correttamente pianificate, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, appropriate per ogni fase della vita dell’individuo dalla prima infanzia alla vecchiaia. Tuttavia una dieta vegetariana, in particolare VEG, non correttamente bilanciata può essere carente di alcuni nutrienti fondamentali come proteine, ferro, vitamina D , calcio, Vitamina B12, Zinco, Acidi Grassi Omega 3,

Nel pieno rispetto delle scelte etiche e/o salutistiche, non è consigliabile improvvisare una dieta vegetariana. E', invece, molto utile farsi aiutare da un professionista della nutrizione in modo da rendere l'alimentazione vegetariana e/o vegana idonea alle diverse caratteristiche dell'organismo, evitando così carenze in macro e micronutrienti fondamentali per un buon stato di salute.

Dietologo Pisa

Intolleranze

Le Intolleranze alimentari sono reazioni avverse agli alimenti che si manifestano nei confronti dei cibi che assumiamo quotidianamente come il latte, il grano, il caffè, il pomodoro e così via, rappresentando, pertanto, una reazione cronica. Le intolleranze alimentari sono causate da carenze enzimatiche che non ci permettono di digerire specifiche macromolecole contenute in determinati alimenti ed il sintomo può presentarsi anche dopo 72 ore l’ingestione del cibo incriminato. Questo ritardo della sintomatologia rende molto difficile associare il disturbo ad un determinato alimento.

La sintomatologia associata alle intolleranze alimentari è piuttosto variabile: generalmente si riscontrano sintomi prettamente intestinali (gonfiore, dolori addominali, diarrea, vomito, perdita di sangue con le feci), in alcuni casi sono presenti anche mal di testa, sonnolenza, palpitazioni.

Dal momento che le Intolleranze Alimentari generano una sintomatologia che dipende dalla frequenza dell’assunzione e non dalla quantità dell’alimento ingerito, la diagnosi di intolleranza alimentare è una diagnosi per esclusione: è possibile solo dopo aver indagato ed escluso un’allergia alimentare.
Per indicazioni personalizzate, contattami e fissa un appuntamento: sarò lieto di accoglierti e di esaminare nel dettaglio la tua situazione.

Nutrizione Sportiva

Per un’ottimale resa sportiva l’alimentazione deve diventare un supporto fondamentale, non soltanto prima di una gara importante ma quotidianamente sia durante gli allenamenti sia durante i giorni di riposo.

Vengono elaborati piani nutrizionali specifici per qualunque disciplina sportiva e per qualunque fascia d’età.

Menopausa

La menopausa è una condizione fisiologica, naturale e nutrirsi in modo adeguato, scegliendo alimenti e associazioni alimentari su misura, è indispensabile per viverla bene e sentirsi al meglio. Durante la menopausa nel corpo femminile avviene un cambiamento dovuto ad una diversa produzione di estrogeni che talvolta può predisporre ad un aumento del rischio di osteopenia, dislipidemia e di alterata tolleranza al glucosio.

Insonnia, malumore, irritabilità, vampate di calore, sudorazioni, ridotta memoria, perdita di capelli, cistiti ricorrenti sono i disturbi più frequenti in menopausa. Gli alimenti che mettiamo nel piatto possono essere molto utili per controllare meglio questi sintomi. Non ci sono “ricette” adatte a tutte le donne, non esistono diete perfette specialmente per la dieta in menopausa, è necessaria almeno una visita da un nutrizionista. Contattami per prenotare la tua prima visita!